Piazza e Aidone Città aperte - Orizzonti
     
 
  HOME Redazione Pubblicità Contatti   Sabato 14 Dicembre 2019  
 

Tutte le News
Cronaca
Politica
Economia
Cultura
Società
Sport
Eventi
Spettacolo
Tempo Libero
Coming Soon
I nostri editoriali
I nostri consigli
Le nostre interviste
Galleria Fotografica
Video
Links
Giornale
Rss
 
Le Città degli Erei
Piazza Armerina
 
News

Piazza e Aidone Città aperte

Aidone, Piazza Armerina , 10/02/2014 -

Trenta rifugiati saranno ospitati nelle due città vicine. E' l'effetto di due distinti progetti finanziati dal Ministero dell'Interno e voluto dall'Associazione Don Bosco 2000.

E’ già operativo il programma Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) per le città di Piazza Armerina e Aidone, dopo l’approvazione del Ministero dell’Interno, dei progetti presentati dall'associazione Don Bosco 2000, soggetto gestore.

Entusiasta il commento del primo cittadino aidonese Filippo Gangi: «Aidone si colloca nell’importante rete dello Sprar essendo la nostra una città di accoglienza e solidarietà; negli anni precedenti abbiamo ospitato soprattutto minori che sono stati seguiti in percorsi di autentica integrazione. Un’esperienza che ha arricchito e dato positività alla nostra città». 

Il Comune di Aidone si è posizionato al novantanovesimo posto nella graduatoria dei trecentosessantasette progetti che sono stati approvati in tutta Italia per il triennio 2014-2016. Il programma permetterà di gestire un flusso di quindici rifugiati e richiedenti asilo, con la possibilità di ampliare a trenta rifugiati per alleggerire i centri di prima accoglienza.

Seguendo lo spirito dello Sprar, il modello di accoglienza ‘integrata’ prevede informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento dei migranti. Un team multidisciplinare si occuperà di gestire assistenza sanitaria, assistenza sociale, mediazione linguistica e interculturale, orientamento e informazione legale, inserimento scolastico dei minori, attività multiculturali, servizi per l’inserimento lavorativo, servizi per la formazione, e servizi per l’alloggio, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico, che tengano in considerazione la storia personale del migrante.

Piero Cancarè


visualizza la news stampabile in PDFVersione PDF stampabile Condividi questa news su FacebookCondividi su Facebook  Indietro

 

 

Links Utili
Orizzonti on Facebook
 
Orizzonti - Edizione online del periodico Orizzonti.
Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina - e-mail: info@orizzontierei.it