La polizia municipale sequestra una discarica abusiva piena di eternit. - Orizzonti
     
 
  HOME Redazione Pubblicità Contatti   Venerdì 21 Settembre 2018  
 

Tutte le News
Cronaca
Politica
Economia
Cultura
Società
Sport
Eventi
Spettacolo
Tempo Libero
Coming Soon
I nostri editoriali
I nostri consigli
Le nostre interviste
Galleria Fotografica
Video
Links
Giornale
Rss
 
Le Città degli Erei
Piazza Armerina
 
News

La polizia municipale sequestra una discarica abusiva piena di eternit.

Piazza Armerina, 13/03/2014 -

Nell’ambito dei controlli del territorio svolti dalla polizia municipale piazzese, sotto il coordinamento del comandante Paolo Gabrieli,  è stata scoperta e sequestrata una discarica abusiva piena di eternit.

Il sito che si trova appena fuori città, in  contrada Santa Croce nella zona prospiciente l’ingresso dell’antica residenza nobiliare del barone Starrabba, è stato individuato dal vicecomandante Alfredo Sapone coadiuvato dal commissario Walter Campagna.

Durante la perlustrazione delle strade extraurbane di pertinenza del Comune di Piazza Armerina la polizia municipale ha notato in lontananza una discarica abusiva lungo lo stradale che oltre all’antica nobile dimora conduce al vivaio “Salemi”, avvicinandosi i vigili urbani hanno accertato quanto già avevano intuito: la discarica era formata in prevalenza da numerose lastre di eternit abbandonate da ignoti.

Pertanto sono stati effettuati i rilievi del caso, procedendo poi al sequestro giudiziario preventivo dell’intera area in cui si trovano i rifiuti pericolosi.

La polizia municipale ha quindi segnalato la presenza delle lastre di fibrocemento, comunemente conosciuto come eternit, alla procura della repubblica di Enna, al sindaco di Piazza Armerina, al segretario comunale e al dirigente comunale della protezione civile.

Non è la prima volta che quest’area viene inquinata con l’abbandono abusivo di eternit. Il 9 marzo 2013, quasi ad un anno esatto di distanza, il vicecomandante Alfredo Sapone operò il sequestro di alcuni metri cubi di lastre di fibrocemento.

Con ogni probabilità gli ignoti che abbandonano il materiale cancerogeno abusivamente potrebbero essere abitanti delle contrade attigue a quella di Santa Croce dove sono numerosi i vecchi fabbricati di campagna con copertura in fibrocemento.

Adesso la polizia municipale prosegue le indagini per individuare gli autori dell’abbandono.

     Marta Furnari


visualizza la news stampabile in PDFVersione PDF stampabile Condividi questa news su FacebookCondividi su Facebook  Indietro

 

 

Links Utili
Orizzonti on Facebook
 
Orizzonti - Edizione online del periodico Orizzonti.
Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina - e-mail: info@orizzontierei.it