Cisl, Illegittima la Tia 2007 - Orizzonti
     
 
  HOME Redazione Pubblicità Contatti   Sabato 14 Dicembre 2019  
 

Tutte le News
Cronaca
Politica
Economia
Cultura
Società
Sport
Eventi
Spettacolo
Tempo Libero
Coming Soon
I nostri editoriali
I nostri consigli
Le nostre interviste
Galleria Fotografica
Video
Links
Giornale
Rss
 
Le Città degli Erei
Piazza Armerina
 
News

Cisl, Illegittima la Tia 2007

Enna, 13/02/2014 -

Per Tommaso Guarino, Segretario Territoriale Cisl di Enna, le bollette Tia 2007 fatte recapitare in questi giorni a tutti gli utenti della Provincia da parte di Ato Enna Euno in liquidazione,  presenterebbero profili di illegittimità in quanto già cadute in prescrizione, essendo trascorso il periodo di 5 anni previsto per la riscossione del credito.

La politica, rappresentata dai Sindaci, può risolvere il problema dei cittadini, costretti a dover sostenere dei costi per presentare i ricorsi, adottando gli atti conseguenti nelle sedi competenti al fine di tutelarli.

A parere della Cisl, infatti, i Sindaci debbono provvedere, nella loro qualità di soci della società EnnaEuno in liquidazione, a revocare sia le bollette illegittime che la nomina dei liquidatori.

Sostanzialmente si chiede ai Sindaci di non limitarsi a dichiarare, a mezzo stampa, che sono contrari al pagamento delle bollette Tia del 2007, ma di assumersi le loro responsabilità, intraprendendo le opportune e necessarie azioni.

I Sindaci devono iniziare ad essere più attenti alla gestione, poiché la mala gestione ha determinato debiti, disservizi e problematicità per la collettività.

Il problema delle bollette Tia  2007 è l’ultimo atto prodotto dall’attuale management che ha incrementato le difficoltà della società.

Già nel recente passato la Cisl, assieme alla Uil, ha denunciato al Giudice del Lavoro, il collegio di liquidazione dell’Ato di Enna, per comportamento antisindacale, poiché lo stesso ha proceduto unilateralmente alla predisposizione di una nuova pianta organica ,effettuando delle valutazioni del tutto soggettive in cui, in modo palese ed arbitrario, sono state avvantaggiate alcune persone a discapito di altre.   

Sostanzialmente la società ha effettuato dei licenziamenti, dei trasferimenti, delle promozioni, senza concertare nulla con le OO SS, con una chiusura totale, rifiutandosi di confrontarsi nel merito e assumendo decisioni che fanno crescere in maniera significativa il costo del servizio, già abbondantemente alto e senza ponderare la compatibilità finanziaria dei provvedimenti  adottati, rispetto al bilancio della società.

La Cisl, in previsione della gestione del servizio rifiuti con l’entrata in vigore della nuova struttura SRR, lancia un appello ai primi cittadini ed ai consiglieri comunali dell’Ennese, di mettere al centro del dibattito la progettualità e la programmazione del servizio, eliminando le zavorre che hanno creato il debito milionario.

La nuova struttura SRR,  si dovrà dotare di amministratori capaci ed illuminati che facciano gli interessi dei cittadini e di tutti i lavoratori senza discrezione particolari e non di alcuni potentati, come purtroppo è successo.

Senza innovazione e progetti per nuovi impianti, le SRR continueranno a produrre debiti, ed a pagare saranno sempre i cittadini, occorre invece dotarsi di una nuova impiantistica, attingendo ai finanziamenti europei.

I punti irrinunciabili, per Guarino, sono la riduzione dei costi a carico dei cittadini, stop al caro bollette, mantenimento dei livelli occupazionali e la creazione di impianti polivalenti tramite progetti di caratterizzazione delle discariche con impianti moderni, eco compatibili e sostenibili economicamente.

Da subito i Sindaci ed i Consigli Comunali sono chiamati ad assumersi le proprie responsabilità  intervenendo sulla gestione e sulle politiche strategiche del nuovo sistema dei rifiuti.


visualizza la news stampabile in PDFVersione PDF stampabile Condividi questa news su FacebookCondividi su Facebook  Indietro

 

 

Links Utili
Orizzonti on Facebook
 
Orizzonti - Edizione online del periodico Orizzonti.
Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina - e-mail: info@orizzontierei.it