Si riunisce l'ufficio di presidenza dell'Unionturismo - Orizzonti
     
 
  HOME Redazione Pubblicità Contatti   Domenica 18 Novembre 2018  
 

Tutte le News
Cronaca
Politica
Economia
Cultura
Società
Sport
Eventi
Spettacolo
Tempo Libero
Coming Soon
I nostri editoriali
I nostri consigli
Le nostre interviste
Galleria Fotografica
Video
Links
Giornale
Rss
 
Le Città degli Erei
Piazza Armerina
 
News

Si riunisce l'ufficio di presidenza dell'Unionturismo

27/04/2011 -

Si riunirà ad Alassio il 7 e 8 maggio l'ufficio di presidenza dell'Unionturismo, l'associazione nazionale che raggruppa e rappresenta gli enti pubblici e privati e le aziende di promozione d'Italia. Convocato da Gianfranco Fisanotti, l'ufficio di presidenza sarà ospite di Adriano Berrino e della città di Alassio; parteciperanno all'importante incontro nazionale: Cesare Mulè (Calabria), Vincenzo Ceniti (Lazio), Gigi Astore e Rino Cudoni (Sardegna), Alfredo Borzillo (Puglia), Stefano Denicolai (Lombardia), Attilio Poloni (Svizzera italiana), Angelo Trebastoni e Roberto Rossitto (Sicilia). Oggetto del convegno, le tematiche afferenti al rilancio dell'offerta turistica; la reintroduzione dell'imposta di soggiorno; i diritti demaniali marittimi, con la conseguente revisione statale delle concessioni; la tassa di scopo e le misure di sostegno al mercato delle locazioni ad uso commerciale.

Proprio lo scorso anno, a Trento e poi da Trieste, in occasione del consiglio nazionale dell'Unionturismo, Adriano Berrino lanciò a livello nazionale la proposta della reintroduzione dell'imposta di soggiorno, sostenuta da Garassino (Liguria) e da Trebastoni (Sicilia) che, con Confindustria alberghi e turismo, pose il problema nell'ambito della riforma del federalismo fiscale municipale.

 

L`ultima proposta di Angelo Trebastoni, prima al Consiglio comunale di Piazza Armerina, poi pervenuta sul tavolo della presidenza di Confindustria, di cui Trebastoni in Sicilia é uno dei quadri dirigenti, sull'apertura nei giorni festivi dei negozi d'abbigliamento e dei centri commerciali, con turnazione facoltativa o apertura liberalizzata, per le città d'arte ed a vocazione turistica.

Il sindaco di Piazza Armerina, Carmelo Nigrelli, ha infatti accolto la proposta emanando una ordinanza fino a settembre, nelle more che il consiglio comunale si riunisca, così come richiesto da molti consiglieri su iniziativa del Trebastoni, per dare all'amministrazione un atto d'indirizzo per l'apertura di tutti i giorni festivi, in modo da rilanciare le attività e le iniziative commerciali in crisi del territorio. La proposta, rilanciata anche dal ministro Brambilla in queste ore, pone l'accento e l'attenzione su un settore, quello del commercio, che per le città a vocazione turistica potrebbe essere il volano per la ripresa dell'economia locale.  


visualizza la news stampabile in PDFVersione PDF stampabile Condividi questa news su FacebookCondividi su Facebook  Indietro

 

 

Links Utili
Orizzonti on Facebook
 
Orizzonti - Edizione online del periodico Orizzonti.
Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina - e-mail: info@orizzontierei.it