Un Citofono abbatte le barriere Architettoniche - Orizzonti
     
 
  HOME Redazione Pubblicità Contatti   Sabato 16 Dicembre 2017  
 

Tutte le News
Cronaca
Politica
Economia
Cultura
Società
Sport
Eventi
Spettacolo
Tempo Libero
Coming Soon
I nostri editoriali
I nostri consigli
Le nostre interviste
Galleria Fotografica
Video
Links
Giornale
Rss
 
Le Città degli Erei
Piazza Armerina
 
News

Un Citofono abbatte le barriere Architettoniche

Piazza Armerina, 21/04/2014 -

Lo avevamo chiesto da tanto tempo e avevamo ricevuto solo promesse, ma dopo l’incontro del 3 marzo u.s. avvenuto nella sala delle luci tra amministrazione Miroddi e i disabili rappresentati da AIAS – ASMS e AGEDI. finalmente i primi segnali positivi, l’assessore Pippo Oliveri ci comunica che l’ufficio anagrafe e il settore servici sociali posti al primo piano di via Generale Muscarà, 2, seppur con un sistema citofonico, possano essere utilizzati anche dai disabili con problemi motori, da anziani e da mamme con il passeggino.  Oggi i disabili armerini hanno voluto verificare l’accessibilità e l’efficienza del servizio offerto. Alcuni su sedia a rotelle, dopo aver superato con difficoltà gli ostacoli esistenti nelle vie della città, raggiunto il citofono posto all’ingresso di via Generale Muscarà, 2, hanno effettuato la chiamata e con tempestività si è portato nell’atrio un’operatrice dei servizi sociali che ha soddisfatto la richiesta di Marinella e Salvatore, due disabili costretti a vivere su sedia a rotelle.  Servizio giudicato accessibile ed efficiente. L’installazione del sistema citofonico in tempi brevi è certamente un segnale positivo che ci fa ben sperare per il futuro delle persone disabili ed è proprio l’assessore Oliveri a informarci che anche per il palazzo di Atrio Fundrò è in atto la progettazione di un ascensore che consentirà ai disabili di raggiungere la sala delle luci, che è l’ufficio del sindaco, e l’ufficio informazione posto nello stesso palazzo. Nella riunione del 3 marzo si parlò anche della sistemazione degli stalli riservati alle persone con disabilità, della loro occupazione abusiva e di possibile soluzioni per combatterne il fenomeno. (Rimozione forzata o ganasce). A tal proposito, in questi giorni, abbiamo ricevuto comunicazione dall’assessore Sammarco che con il Comandante della polizia municipale Gabrieli, è stato fatto un sopralluogo al fine di predisporre un piano operativo per la sistemazione degli stalli e per combattere l’occupazione abusiva e che a breve saranno visibili segnali positivi. “Noi li attendiamo con ansia”. Infine, dice Lorenzo Naso, presidente sezione AIAS Armerina, a proposito di barriere architettoniche voglio ricordare che da un recentissimo censimento, effettuato dai volontari dell’aias, sull’accessibilità degli uffici pubblici e privati aperti al pubblico è emerso che nella nostra città la maggior parte degli uffici comunali sono inaccessibili e purtroppo anche quasi tutte le chiese dove, di fatto, è impedito l’ingresso ai disabili con problemi motori, quindi facciamo appello al vescovo Mons. Rosario Gisana, che speriamo di poter incontrare al più preso, di intervenire per risolvere l’annoso problema.  

Piazza Armerina, 17 aprile 2014                                 AIAS-AGEDI- ASMS          


visualizza la news stampabile in PDFVersione PDF stampabile Condividi questa news su FacebookCondividi su Facebook  Indietro

 

 

Links Utili
Orizzonti on Facebook
 
Orizzonti - Edizione online del periodico Orizzonti.
Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina - e-mail: info@orizzontierei.it